I nostri genitori definiscono molti aspetti di chi siamo: dal colore degli occhi ai nostri gusti. Ma dobbiamo a loro anche altro che inciderà sulla nostra vita: la nostra utile comunità batterica.

Una volta entrati nell'ottica che i batteri fanno bene, il fatto che ognuno di noi abbia una comunità unica di microbi non spaventa più. I batteri svolgono funzioni importanti e senza di loro non staremmo così in salute. Allora, in primo luogo, in che modo si sviluppa questo ecosistema unico e cosa rappresenta per la nostra salute futura?

I nostri batteri ci accompagnano dalla nascita

Anche se le ricerche sulla vita microbica sono ancora allo stadio iniziale, studi recenti stanno svelando come cresce la nostra colonia di piccoli organismi. Secondo gli scienziati, il primo attacco microbico avviene durante la nascita: sappiamo tutti che il travaglio è caotico, ma finora non ci siamo resi davvero conto di quanto questo caos sia importante. Secondo le ricerche in corso, il processo di nascita aiuta a trasferire la comunità di batteri della madre al figlio, una sorta di piccola ma vitale eredità.

Un trasferimento che continua durante l'allattamento: il latte materno contiene infatti oligosaccaridi la cui presenza è stata per lungo tempo un mistero, poiché i neonati non riescono ancora a digerire da soli questo carboidrato complesso. La loro funzione però è quella di nutrire dei batteri presenti nell'intestino del bambino, che invece possono romperli, contribuendo a nutrire il bambino a loro volta.

Zendium_grab_006_830x430

All'età di tre anni, abbiamo già sviluppato un ecosistema batterico complesso.

I batteri crescono con noi

Per tutta l'infanzia, continuiamo ad accumulare batteri (sia buoni sia cattivi) dagli oggetti, dalle persone con cui interagiamo e dall'ambiente naturale che ci circonda.

In effetti, apparentemente una delle evidenti differenze nella composizione batterica dell'individuo medio occidentale rispetto a quelli delle società tradizionali è dovuta al fatto che le pratiche collettive di crescita dei bambini sono sempre meno diffuse. Nelle società occidentali, i bambini, invece di passare da una balia all'altra all'interno del villaggio, tendono a essere allevati solo da uno o due genitori. Secondo alcuni ricercatori questo fatto, unito alla sempre maggiore sterilità degli ambienti in cui viviamo, contribuisce a ridurre la varietà del nostro carico microbico.

Il secondo genoma segreto

A tre anni, abbiamo già sviluppato un ecosistema batterico complesso e questo microbioma unico rimarrà con noi per tutta la vita, cambiando e adattandosi alle circostanze secondo le necessità. Ciò significa che ognuno di noi è caratterizzato da una serie di batteri totalmente unica, forse anche più personale delle impronte digitali, ecco perché si parla di "secondo genoma".

Circa 10 anni fa, gli scienziati sono riusciti a sequenziare il genoma umano, il corredo completo del DNA codificante che determina tutta la vita umana, inaugurando di fatto una nuova era della medicina basata sulla comprensione dei singoli messaggi in ogni nostra cellula. Più di recente, l'attenzione si è rivolta al genoma dei nostri batteri, ovvero al patrimonio di DNA contenuto in tutte le loro cellule. Secondo i ricercatori del Progetto Microbioma Umano, anche questo potrebbe incidere sulla nostra salute.

La dieta, lo stile di vita e l'educazione di una persona sono tutti mappati nei suoi batteri e gli scienziati sperano che, andando avanti nella decifrazione del significato delle diverse varianti, si possa risalire ad alcuni loro effetti positivi. Molti ricercatori parlano di una potenziale rivoluzione nella medicina individualizzata.

Zendium_grab_005_840x430

Rafforzare la combinazione unica dei propri batteri

Se da un lato la combinazione unica di batteri si sviluppa alla nascita, non è escluso che nel corso del tempo se ne possa modificare l'equilibrio. Ormai, l'idea che si possano aumentare i batteri buoni presenti nell'intestino con determinati cibi è fatto assodato. Quando si tratta di salute orale, è possibile dare una mano alla comunità di batteri presenti nella bocca con un buon dentifricio che favorisca la crescita dei batteri buoni, come Zendium.

Mentre alcuni esperti sostengono che i batteri corporei possono determinare molte tra le questioni di salute endemiche del mondo occidentale, i benefici apportati dai batteri buoni potrebbero in futuro essere il segreto per vivere in maniera sana. Il motivo è facile da intuire: prendendoci cura del profondo e complesso corredo batterico, questo, a sua volta, si prenderà cura di noi.

Prodotti consigliati

Back to top